Con la sentenza n. 12307 del 15 giugno 2015 le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione hanno risolto un contrasto risalente in giurisprudenza e in dottrina in merito alle modalità di contestazione della falsità di un testamento olografo, statuendo che la parte che contesti la autenticità del testamento deve proporre domanda di accertamento negativo della scrittura e che è a suo carico il relativo onere della prova. Continua a leggere